fbpx
Now Reading
Storie del dopoguerra ne “L’ambiguo sorriso di Gilda” di Riccardo Borgogno edito da Tripla E

Storie del dopoguerra ne “L’ambiguo sorriso di Gilda” di Riccardo Borgogno edito da Tripla E

Librando Magazine
L'ambiguo sorriso di Gilda di Riccardo Borgogno
TITOLOL’ambiguo sorriso di Gilda
AUTORERiccardo Borgogno
EDITOREEEE – Edizioni Tripla E
DATA USCITA01/04/2020
PAGINE418
GENERENarrativa
ISBN9788855390590

Voci e punti di vista differenti negli anni dell’immediato dopoguerra nel romanzo “L’ambiguo sorriso di Gilda” di Riccardo Borgogno, pubblicato da Edizioni Tripla E. Sono anni di ricostruzione, ma anche di incertezze e fermento e l’autore li ripercorre consapevole che «capire come eravamo ieri ci aiuta a comprendere l’ambigua Italia di oggi».

LA TRAMA

1947-1949. Arrivano in Italia Gilda e altri film che fanno conoscere i divi e le dive di Hollywood. Luisa ha sedici anni, è l’unica superstite degli abitanti del suo paese massacrati dalle SS tedesche in ritirata. Adesso vive a Roma con gli zii Antonia e Peppe e la loro figlia Cecilia, sua coetanea. Ferdinando consegue il diploma di maturità e si prepara a subentrare al nonno Massimiliano nella guida del Consorzio, un gruppo finanziario e affaristico. Gioele è un operaio comunista, durante l’occupazione ha fatto la lotta clandestina, non accetta la nuova linea legalitaria e democratica del suo partito e organizza un gruppo che esegue atti di “giustizia proletaria”. Guglielmo è un agente del ricostituito servizio segreto. Riceve l’incarico di organizzare una rete armata clandestina allo scopo di prevenire un’invasione sovietica esterna o un’insurrezione comunista interna (o entrambe) in modo da rendere l’Italia affidabile per i nuovi alleati. La nuova rete si chiama “Gladio”.

La giovanissima protagonista Luisa compare anche in età adulta nel romanzo “I nostri figli non conosceranno la miseria”, ambientato a Torino nel 1961, dello stesso autore.

L’AUTORE

Riccardo Borgogno

Riccardo Borgogno è nato nel 1954 a Torino dove vive e lavora da molti anni nel campo educativo-assistenziale. Ha scritto molte sceneggiature per diverse case editrici di fumetti (Universo, Eura, Bonelli ecc.) e romanzi, gli ultimi sono “Il complotto delle statue di cera” con la casa editrice Eris e “La valle degli eretici” con la casa editrice Tabor. Con la casa editrice Tripla E ha pubblicato il thriller “Vietato gettare rifiuti”. Conduce il programma “La perla di Labuan” sull’arte e il piacere di leggere e scrivere a Radio Black Out di Torino.

Leggi anche

©RIPRODUZIONE RISERVATA

© 2020 Il Prisma Comunicazione - Studio Giornalisti Associati
P.IVA 02787520648 - Informativa sul trattamento dei dati personali

Il sito Librando Magazine partecipa ai programmi di affiliazione dei negozi IBS.it e Amazon EU, forme di accordo che consentono ai siti di recepire una piccola quota dei ricavi sui prodotti linkati e poi acquistati dagli utenti, senza variazione di prezzo per questi ultimi.

E' vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza inequivocabile autorizzazione scritta dell'editore

Scorri verso l'alto