fbpx
Now Reading
Da Langella Edizioni la prima traduzione in italiano dei “Bozzetti Napoletani” di Charlotte Anne Leffler

Da Langella Edizioni la prima traduzione in italiano dei “Bozzetti Napoletani” di Charlotte Anne Leffler

Nei sette racconti tradotti da Katia De Marco e illustrati da Salvatore Esposito la scrittrice e drammaturga svedese lodata da Di Giacomo e Croce tratteggia una Napoli dal sapore antico e allo stesso tempo fresco e affascinante

TITOLOBozzetti napoletani
AUTOREAnne Charlotte Leffler
EDITORELangella
CURATOREKatia De Marco
ILLUSTRATORESalvatore Esposito
DATA USCITA15/11/2020
PAGINE120
GENERENarrativa Classica
ISBN9788894512038

Langella Edizioni inaugura oggi la collana “Passi d’Autore” con una vera chicca: la prima traduzione in italiano dei “Bozzetti Napoletani” della scrittrice svedese Charlotte Anne Leffler. Sette racconti tradotti da Katia De Marco, che ha curato anche l’introduzione al volume, corredati da altrettante illustrazioni realizzate da Salvatore Esposito.

Anne Charlotte Leffler (1849-1892), apprezzata scrittrice e drammaturga svedese, scrisse “Un miracolo”, “Le fonti della vita e della morte”, “Un giorno d’inverno a Napoli”, “Natale a Napoli”, “Una nevicata a Napoli”, “Allegria” e “Vita estiva in Italia” durante il suo soggiorno napoletano, tra il 1888 e il 1892.

Quando giunse a Napoli Leffler certo non immaginava che quel viaggio avrebbe cambiato per sempre la sua vita. Nell’antica capitale, infatti, trovò un nuovo amore, il figlio sempre desiderato, ma anche, poco tempo dopo, la morte.

Soprattutto, conobbe il Sud: lo stupore, l’ammirazione, così come le perplessità, nei confronti di una realtà a lei sconosciuta e così differente dalle sue precedenti esperienze emergono prepotenti dalle sue pagine. Questi Bozzetti offrono però anche lo sguardo di una donna moderna, forte e indipendente, forse troppo per i suoi tempi, a suo agio in una terra il cui genius loci sta nella libertà, nell’apertura: «Quello che offre il Sud non è una casa, non è sicurezza, conforto e protezione. Ma niente di tutto ciò è necessario, in realtà, perché […] se non hai muri che ti proteggono, non hai nemmeno ostacoli che ti rinchiudono e ti separano dalla natura, dalla vita».

Nella bellissima prefazione Catia De Marco racconta con eleganza e cura la straordinaria forza di questa donna in lotta contro le convenzioni della società della sua epoca, che ha saputo emergere non solo nel panorama letterario, ma anche nel suo ruolo di rivoluzionaria in merito a temi di emancipazione della donna. Nel racconto dell’autrice svedese c’è poi una Napoli dal sapore antico e allo stesso tempo fresco e affascinante.

L’AUTRICE

Anne Charlotte Leffler (Stoccolma, 1849 – Napoli, 1892) era una scrittrice già molto nota e apprezzata in patria e nei paesi limitrofi per le sue opere teatrali e le novelle – in cui raccontava la condizione delle donne costrette nelle rigide convenzioni sociali dell’epoca – quando giunse a Napoli nel 1888, durante un viaggio in compagnia del fratello. Qui conobbe il matematico Pasquale del Pezzo, duca di Cajanello, che sposò in seconde nozze due anni dopo. Durante il soggiorno napoletano frequentò assiduamente l’ambiente culturale cittadino e diverse sue opere furono tradotte in italiano. Fu lodata da Salvatore di Giacomo, che ne ammirava la dote di fondere assieme “penetranti osservazioni e ironia commista di pietà e commozione” e da Benedetto Croce, il quale la stimava “per il profondo sentimento dei problemi della vita moderna, per la fine analisi psicologica, per la esposizione semplice e schietta”.

LA TRADUTTRICE

Katia De Marco ha al suo attivo una cinquantina di libri per numerose case editrici, tra cui Iperborea, Marsilio, Einaudi, Corbaccio. Tra gli autori che ha tradotto nella sua ventennale carriera vi sono Björn Larsson, Mikael Niemi, Per Olov Enquist, Åsa Larsson e Steve Sem-Sandberg

©RIPRODUZIONE RISERVATA

© 2020 Il Prisma Comunicazione - Studio Giornalisti Associati
P.IVA 02787520648 - Informativa sul trattamento dei dati personali

Il sito Librando Magazine partecipa ai programmi di affiliazione dei negozi IBS.it e Amazon EU, forme di accordo che consentono ai siti di recepire una piccola quota dei ricavi sui prodotti linkati e poi acquistati dagli utenti, senza variazione di prezzo per questi ultimi.

E' vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza inequivocabile autorizzazione scritta dell'editore

Scorri verso l'alto